Jesus Infante

Descrizione del Progetto

L’obiettivo principale del progetto consiste nel fornire cure e servizi educativi ad una popolazione di venticinque bambini e ragazzi (dai cinque ai quindici anni), alloggiati in una struttura che non offre loro alcun tipo di attenzione pedagogica, attraverso la presenza di due educatori professionali del territorio, che lavoreranno in loco. Tali bambini infatti, oltre alla scuola non godono di nessun altro tipo di attività formativa o attenzione pedagogica. Sono affidati alle cure di due frati che devono rispondere ad ogni tipo di esigenza, dagli aspetti medici, a quelli sociali.

Con la presenza degli educatori intendiamo avviare un progetto educativo attento alle esigenze di ognuno dei bambini presenti, con attività ludiche, ricreative, formative. Gli educatori saranno uno di sesso maschile e uno di sesso femminile, per fornire le due diverse figure pedagogiche. Un obiettivo correlato è la qualità del livello di vita, convinti che l’educazione sia il mezzo primario per dare dignità a qualsiasi persona. Grande attenzione avrà il progetto di vita di ognuno dei bambini dell’istituto, che l’educatore dovrà avviare, stimolare e proteggere; i bambini verranno accompagnati nel percorso di crescita, considerando sia gli aspetti riguardanti l’autonomia personale (igiene e cura della persona), sia gli aspetti socio-relazionali.

quintomondo-jesus-infante-33

> Clicca qui per andare alla Galleria Fotografica 

Obiettivi del Progetto

L’obiettivo principale del progetto consiste nel fornire cure e servizi educativi ad una popolazione di venticinque bambini e ragazzi (dai cinque ai quindici anni), alloggiati in una struttura che non offre loro alcun tipo di attenzione pedagogica, attraverso la presenza di due educatori professionali del territorio, che lavoreranno in loco. Tali bambini infatti, oltre alla scuola non godono di nessun altro tipo di attività formativa o attenzione pedagogica. Sono affidati alle cure di due frati che devono rispondere ad ogni tipo di esigenza, dagli aspetti medici, a quelli sociali.
Con la presenza degli educatori intendiamo avviare un progetto educativo attento alle esigenze di ognuno dei bambini presenti, con attività ludiche, ricreative, formative. Gli educatori saranno uno di sesso maschile e uno di sesso femminile, per fornire le due diverse figure pedagogiche. Un obiettivo correlato è la qualità del livello di vita, convinti che l’educazione sia il mezzo primario per dare dignità a qualsiasi persona.

Grande attenzione avrà il progetto di vita di ognuno dei bambini dell’istituto, che l’educatore dovrà avviare, stimolare e proteggere; i bambini verranno accompagnati nel percorso di crescita, considerando sia gli aspetti riguardanti l’autonomia personale (igiene e cura della persona), sia gli aspetti socio-relazionali.

Contenuti

Vista la scarsità di riferimenti educativi si propone l’individuazione, la formazione e l’inserimento di due educatori, uno di sesso maschile e uno di sesso femminile. Il lavoro consisterà nell’aiutare i ragazzi a migliorare la propria situazione scolastica, nella creazione di proposte educative, sportive, di tempo libero. Grande spazio è dato al lavoro di rete con le strutture presenti sul territorio, anche in ottica lavorativa.

Grande spazio, nell’ottica della psicologia della salute, sarà dato al concetto di prevenzione del danno. A tal fine gli educatori lavoreranno sulle cause della dispersione scolastica e della microcriminalità minorile.

Grande spazio sarà dato alle inclinazioni naturali, alle competenze, ai gusti personali di ognuno dei ragazzi coinvolti nel progetto, per cercare di accompagnare ognuno di loro nel proprio progetto di vita.

quintomondo-jesus-infante-63

Azioni

  • Selezione di due operatori, di entrambi i sessi, da inserire nell’istituto Jesus infante.
  • Programmazione a breve,medio,lungo termine delle attività pedagogiche.
  • Lavoro di rete con le realtà formative,ludiche, ricreative locali e con aziende per inserimenti formativi, tirocini, stage.
  • Istituzioni di laboratori teatrali, occupazionali (falegnameria, di artigianato) e attività sportive.
  • Sostegno scolastico, con attenzione specifica al fenomeno della dispersione scolastica.

Modalità di Monitoraggio e Valutazione

Per valutare il progetto l’associazione Quinto Mondo-Onlus propone strategie qualitative e quantitative.
Fanno parte del primo ambito riunioni periodiche con membri dell’associazione in cui si individueranno le difficoltà incontrate cercando di trovare le strategie per superarle. Sono previste riunioni mensili che si svolgeranno a distanza con supporti informatici, e valutazioni bimensili con i suddetti soci. Ogni settimana gli educatori compileranno il “Diario dell’educatore”, ed ogni due mesi una relazione circa l’andamento del proprio lavoro.

Gli strumenti considerati quantitativi sono: schede di osservazione che gli educatori compileranno per ogni bambino o ragazzo all’inizio ed alla fine dell’anno ed un questionario a cadenza bimestrale.
L’integrazione dei due ambiti permetterà una valutazione più completa e puntuale, in grado di correggere gli errori e le difficoltà, promuovendo un lavoro che tenda all’eccellenza educativa.

> Clicca qui per andare alla Galleria Fotografica 

Commenti

commenti

Comments Are Closed