Prima edizione del “progetto di educazione alla pace” a.s. 2015/2016

12813984_1739260582970122_905072588163783023_n

“Dato che è nella mente degli uomini che si prepara la guerra è nella mente degli uomini che la pace deve essere costruita”. 1948 preambolo della Costituzione dell’Unesco

La terra che ci ospita diviene, purtroppo, molto spesso teatro di conflitti e di dure realtà che in molti casi sfociano in vere e proprie guerre combattute. Nei nostri ultimi articoli abbiamo sostenuto l’importanza di imparare a gestire in maniera costruttiva e non violenta i conflitti, per promuovere una vita di serenità e di “pace”. Data l’importanza dell’argomento abbiamo pensato di diffondere buone pratiche di convivenza pacifica a partire dalla realtà che ci circonda. Così abbiamo proposto e realizzato nel nostro territorio un progetto di educazione alla pace rivolto ai bambini e ai ragazzi dalla scuola primaria e secondaria di primo grado.

Le classi che hanno partecipato al progetto sono state coinvolte in un ciclo di tre incontri che si sono svolti durante l’orario scolastico. L’obiettivo è stato quello di promuovere e potenziare competenze come: il rispetto delle regole, l’accettazione dell’altro, la convivenza civile e il rispetto delle leggi, l’identità personale di ciascuno come punto di forza per scoprirsi in prima persona artefice di pace. Le attività proposte sono state portate avanti attraverso una metodologia esperienziale che ha coinvolto i destinatari nell’apprendimento di pratiche, atteggiamenti e comportamenti finalizzati a garantire la pace in un gruppo.  I bambini ed i ragazzi hanno partecipato a letture e riflessioni critiche di testi, allo svolgimento di giochi, alla realizzazione di disegni e cartelloni. I bambini e ragazzi hanno dimostrato coinvolgimento rispetto alle nostre proposte e hanno partecipato con interesse alle varie attività. Gli insegnanti sono stati di supporto sia nella gestione delle attività, sia come incoraggiamento e stimolo rispetto alle tematiche del progetto.

Ci auguriamo che gettando questo semino il nostro contributo, seppur minimo, rimanga impresso nella memoria dei più piccoli e nelle menti dei più grandi.

A presto

QM

Commenti

commenti

Lascia una risposta